5
1
2
3
4
6

La Gazzetta

Per restare sempre aggiornati
sulle nostre novità!

CGD_rocce_quadrato-gazzetta_1
CGD_rocce_quadrato-gazzetta_2

La Gazzetta è (per ora) un luogo virtuale di notizie reali su ciò che accade ogni giorno nel Cantiere, sulle ultime novità dei nostri partner e sui progetti di design che riflettono le nostre passioni e i nostri interessi. Se vuoi partecipare ai nostri eventi non perderti nessun post e seguici sui nostri social.

-
Eventi

Costruito da dio

Presentazione del libro di Angelo Crespi a Cantiere Galli Design
CGD_libro_costruitodadio-01

Mercoledì 6 dicembre alle ore 18,30 Angelo Crespi presenterà a Cantiere Galli Design il suo nuovo libro “Costruito da dio”.

Angelo Crespi presenta il suo nuovo libro “Costruito da dio” Johan & Levi editore

“Perchè le chiese contemporanee sono brutte e i musei sono diventati le nuove cattedrali”.

Il volume di Angelo Crespi affronta in modo divertente e divertito un tema della contemporaneità legato all’architettura e all’arte, e più latamente alla sociologia e alla religione. Se da un lato le chiese contemporanee, anche quelle progettate da celebri architetti, sono spesso un inno al brutto, spaesanti, prive di quella dimensione trascendente a cui la tradizione ci aveva abituati, dall’altro i musei, soprattutto i musei del contemporaneo, sono edifici magniloquenti che a livello simbolico hanno sostituito nelle città le antiche cattedrali.

«La domenica, al posto della messa, i cittadini illuminati di culturlandia si dedicano al brunch in un museo, al posto dell’ostia assaporano sottili strisce di bacon con le uova: la sensazione di appagamento è quasi identica perché, come succede per la liturgia, anche se non si comprende buona parte delle opere – alcune prodotte per disgustare – ci si trastulla nella convinzione di far parte di una comunità di intelligenti e democratici, così intelligenti e democratici da aver affidato all’artista l’omelia che ascolteremo sonnecchiando satolli, e non importa quanto il predicozzo sia critico verso la società e i valori da noi stessi rappresentati, fondamentale che sia un gioco a rischio zero».

Modera Pierfrancesco Pensosi, giornalista di RaiNews24.