5
1
2
3
4
6

La Gazzetta

Per restare sempre aggiornati
sulle nostre novità!

CGD_rocce_quadrato-gazzetta_1
CGD_rocce_quadrato-gazzetta_2

La Gazzetta è (per ora) un luogo virtuale di notizie reali su ciò che accade ogni giorno nel Cantiere, sulle ultime novità dei nostri partner e sui progetti di design che riflettono le nostre passioni e i nostri interessi. Se vuoi partecipare ai nostri eventi non perderti nessun post e seguici sui nostri social.

-
Critica design

100 anni di Achille Castiglioni_Lampadina

Lampadina: riavvolgiamo... le idee!
lampadina_castiglioni

Oggi è il centesimo compleanno di Achille Castiglioni e noi vogliamo festeggiarlo parlando di Lampadina, per ringraziarlo delle sue illuminazioni geniali che ci hanno permesso di riempire le nostre case di oggetti felici!

Questa lampada è stata ideata in occasione dell’inaugurazione del negozio FLOS di Torino nel 1972, uno dei pezzi storici disegnati da Achille Castiglioni proprio per Flos nel 1971 e tutt’ora prodotto dalla grande azienda italiana a conferma del riuscito sodalizio. Ancora un altro esempio di come il genio creativo di Castiglioni, con i suoi oggetti dal design ironico e funzionale, abbia dato vita a prodotti iconici.

Oggetti come questo sono un omaggio alla semplicità. Dalle cose semplici ed essenziali nascono i grandi progetti, per quanto piccoli di dimensioni siano! Lampadina è alta 24 cm e ha un diametro di 12,5 cm! L’osservazione della realtà, l’attenzione a come vengono utilizzati gli oggetti, il rapporto che hanno con gli uomini, un po’ di razionalità e sempre un pizzico (ma anche più di un pizzico!) di ironia, combinati a tecnologia e nuovi materiali sono gli ingredienti sempre presenti nelle realizzazioni di Achille Castiglioni.

Lampadina è una di quelle lampade che hanno fatto la storia del disegno industriale italiano. Nasce come lampada da tavolo, molto essenziale: trattasi di un avvolgi filo alla base, un portalampade con interruttore, una lampada a bulbo. Assemblare tre pezzi essenziali insieme non è mai stato più facile! Ma la storia che c’è dietro e i dettagli, affascinano ancora di più.

Proprio dal racconto della figlia Giovanna, apprendiamo della presenza di una “pizza” sul tavolo di Achille, che stava lì, senza trovare un posto definito, vagando ma senza essere mai messa da parte perchè, secondo il papà, doveva rimanere li, aspettando che “maturasse”. A detta proprio di Giovanna Castiglioni: “papà amava vivere le cose, vivere gli oggetti, recuperarli…”. E così avendola sotto gli occhi tutti i giorni e maneggiandola spesso che finalmente ha avuto la sua rivincita! Dall’essere una bobina che avvolge la pellicola cinematografica, la base in alluminio anodizzato si trasforma in un riavvolgitore del cavo elettrico, sul portalampada in bachelite viene collocato l’interruttore on/off e la lampada in vetro è realizzata smerigliata da una parte per evitare che la luce diretta accechi gli utilizzatori! Ovviamente come in quasi tutti i progetti di Castiglioni è nascosto anche qui un foro! Il questo caso sulla base per permettere a Lampadina di essere, oltre che lampada da tavolo, anche da parete! Lampadina può essere anche appesa!

Impossibile non desiderarla!

Con l’occasione vi ricordiamo che la Fondazione Achille Castiglioni a Piazza Castello a Milano, dal 19 febbraio al 30 aprile 2018 ospiterà la mostra “100×100 Achille”. La Fondazione per l’occasione del centenario ha ideato un progetto insolito curato da Chiara Alessi e Domitilla Dardi: alcuni tra i più importanti designer del mondo sono stati invitati a scegliere per Achille un regalo, che hanno inviato insieme a un biglietto d’auguri personalizzato. I 100 regali sono tutti oggetti anonimi, come quelli che Castiglioni ha collezionato per tutta la vita, e che andranno ad arricchire la già cospicua collezione. Oggetti diversi per genere, materiale o tipologia, ma accomunati dalla stessa intelligenza progettuale. Vale a pena fare un salto a Milano anche solo per questo!

Buon compleanno Achille e 100 di questi giorni!

#weLoveAchille